XXXI – (da) il guardiano dei greggi


Se a volte dico che i fiori sorridono
e se dicessi che i fiumi cantano,
non è perché io pensi che ci sono sorrisi nei fiori
e canti nello scorrere dei fiumi…
E’ perché così faccio sentire di più agli uomini falsi
l’esistenza veramente reale dei fiori e dei fiumi.
Poiché scrivo perché essi mi leggano mi sacrifico a volte
alla loro stupidità dei sensi…
non sono d’accordo con me stesso ma mi assolvo,
perché sono questa cosa seria, un interprete della Natura,
perché ci sono uomini che non comprendono il suo linguaggio,
poiché non è alcun linguaggio.

Alberto Caeiro
(alias Fernando Pessoa)

Annunci

Informazioni su gualtiero festini

Alla ricerca delle tante risposte che assillano la mia mente, sono in cammino verso la guarigione emotiva, spirituale e fisica.
Questa voce è stata pubblicata in Fernando Pessoa. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...