I cieli sono uguali


 

I cieli sono uguali.

Azzurri, grigi, neri,

si ripetono sopra

l’arancio o la pietra:

guardarli ce li avvicina.

Le stelle, con la loro

lontananza, aboliscono

le distanze del mondo.

Se vogliamo congiungerci

non guardare mai avanti:

tutto è pieno d’abissi,

di date e di leghe.

Lasciati invece cullare

sopra il mare o sull’erba,

immota, con la faccia al cielo.

Ti sentirai affondare

pian piano verso l’alto

nella vita dell’aria.

E potremo incontrarci

sopra le differenze

invincibili, sabbie, rocce,

anni,ormai soli,

nuotatori celesti,

naufraghi dei cieli.

Pedro Salinas

Annunci

Informazioni su gualtiero festini

Alla ricerca delle tante risposte che assillano la mia mente, sono in cammino verso la guarigione emotiva, spirituale e fisica.
Questa voce è stata pubblicata in Pedro Salinas, poesie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...