La Via del Femminino sacro


In ogni donna si nasconde un essere “naturale” e selvaggio, una forza potentissima, formata da istinti, creatività passionale e un sapere ancestrale. Il suo nome è “Donna Selvaggia” ma, purtroppo identifica una specie gravemente minacciata.
Benchè la sua presenza sia innata, secoli di cultura e civiltà l’ hanno soffocata, domata, talvolta annullata, cercando pervicacemente di rintuzzare gli slanci più pericolosi e incatenandola in uno sterotipo piuttosto rigido di sottomissione.
In questo modo si è sciupato un tesoro inestimabile e si sono tarpate le ali a ciò che invece è quanto di più vitale esista nell’ animo femminile. Di conseguenza la “donna selvaggia” -paragonabile alla lupa ferina e al contempo “materna”- diventa iperaddomesticata, timorosa, priva d’ iniziative, ingabbiata.
Clarissa Pinkola Estès, “Donne che corrono coi lupi”

Annunci

Informazioni su gualtiero festini

Alla ricerca delle tante risposte che assillano la mia mente, sono in cammino verso la guarigione emotiva, spirituale e fisica.
Questa voce è stata pubblicata in libri. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...