Ultimo quarto


 

La luna comincia a rodere sé stessa alla fine di giugno: è l’ultimo quarto. Il secolo si divora come la luna, si dirige alla foce, accelera e curva. Sull’oceano naviga la flotta, il suono si frantuma in schegge che trafiggono l’atmosfera. Uno spirito maligno di notte sconvolge Il senso di un libro amato nel tempo del primo equilibrio. Il bicchiere sul tavolo scoppia. Intanto, si spengono i fuochi: non c’è più combustibile. Tu però non permettere al cuore di appesantirsi troppo nell’attesa: riconta le parole fidate l’ultima tienila per te.

Ivan V. Lalić

Annunci

Informazioni su gualtiero festini

Alla ricerca delle tante risposte che assillano la mia mente, sono in cammino verso la guarigione emotiva, spirituale e fisica.
Questa voce è stata pubblicata in poesie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...