AFORISMI E CITAZIONI DI NERUDA


Amare è così breve, e dimenticare così lungo.

La poesia è un atto di pace. La pace costituisce il poeta come la farina il pane.

L’ebbrezza, e il desiderio, e il lasciarsi andare, e questo era la mia vita, era questo che l’acqua dei tuoi occhi portava.

Lasciami sciolte le mani e il cuore, lasciami libero! Lascia che le mie dita corrano per i sentieri del tuo corpo.

La tua bocca era il mio giorno e la mia notte terrestri e la tua pelle la repubblica fondata dai miei baci.

Ormai non l’amo più, è vero, ma forse l’amo ancora. È così breve l’amore e così lungo l’oblio.

L’amore, quando la vita ci incalza, è solo un’onda più alta fra le onde.

Mi piaci quando taci perchè sei come assente, sembra che gli occhi ti sian volati via e che un bacio ti abbia chiuso la bocca.

Vorrei fare con te ciò che la primavera fa con i ciliegi.

T’amo come la pianta che non fiorisce e reca dentro sé la luce di quei fiori.

Non assomigli più a nessuna da quando ti amo.

La poesia è un atto di pace. La pace costituisce il poeta come la farina il pane.

Solo chi ama senza speranza conosce il vero amore.

Ridere è il linguaggio dell’anima.

Potranno tagliare tutti i fiori, ma non fermeranno mai la primavera.

Il bambino che non gioca non è un bambino, ma l’adulto che non gioca ha perso per sempre il bambino che ha dentro di sé.

Perchè tu mi oda le mie parole a volte si assottigliano come le orme dei gabbiani sulle spiagge.

Non assomigli più a nessuna da quando ti amo.

L’amore, quando la vita ci incalza, è solo un’onda più alta fra le onde.

Amare è così breve, e dimenticare così lungo.

Toglimi il pane, se vuoi, toglimi l’aria, ma non togliermi il tuo sorriso. Non togliermi la rosa, la lancia che sgrani, l’acqua che d’improvviso scoppia nella tua gioia, la repentina onda d’argento che ti nasce.

Dura è la mia lotta e torno con gli occhi stanchi, a volte, d’aver visto la terra che non cambia, ma entrando il tuo sorriso sale al cielo cercandomi ed apre per me tutte le porte della vita.

Il mondo è mutato, la mia poesia è mutata. Una goccia di sangue caduta tra questi versi rimarrà viva su di essi, indelebile come l’amore.

Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.

Sei la sete e ciò che deve saziarla.

Cuori spezzati, abbiate fede nei vostri morti! Essi non soltanto sono radici sotto le pietre macchiate di sangue, ma le loro bocche mordono ancora esplosivo e vanno all’attacco come oceani di ferro e ancora i loro pugni levati smentiscono la morte.

Oggi lasciate che sia felice, io e basta, con o senza tutti, essere felice con l’erba, e la sabbia, essere felice con l’aria e la terra, essere felice con te, con la tua bocca, essere felice.

Bella, / come nella pietra fresca / della sorgente, l’acqua / apre un ampio lampo di schiuma, / così è il sorriso del tuo volto, / bella.

Annunci

Informazioni su gualtiero festini

Alla ricerca delle tante risposte che assillano la mia mente, sono in cammino verso la guarigione emotiva, spirituale e fisica.
Questa voce è stata pubblicata in aforismi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...